Si può trovare lavoro con Twitter? Scrivi un #Twesume!

22 mag Si può trovare lavoro con Twitter? Scrivi un #Twesume!

Twitter
Twitter è uno dei più potenti Social Media oggi esistenti con circa 100 milioni di utenti. E’ un eccellente strumento d’informazione, ascolto, analisi e dialogo. E’ vero che Linkedin è il Social Network professionale per eccellenza, ma è altrettanto vero che i modi per farsi notare in rete sono in continua evoluzione, soprattutto potendosi avvalere di canali velocissimi e di forte impatto e viralità.

Il web è diventato il nostro CV, sta sostituendo sempre più le vecchie modalità di recruiting, e i Social Media possono essere le nostre referenze dirette. Più dell’89% delle aziende mondiali utilizzano i Social Media per trovare nuovi talenti e valutarli, ancora prima di offrire loro un colloquio, o per postare le loro offerte di lavoro.

Twitter concorre a trasformare la ricerca di lavoro e di candidati, e risulta uno dei migliori Social: #Twesume, infatti, è l’ultima novità, il CV in 140 caratteri. E’ l’unione delle parole “Twitter” e “Resume”, ed è con questo hashtag che sempre più persone taggano il proprio curriculum e lo tweettano, nella speranza che raggiunga la timeline di qualche recruiter.

Non è sufficiente però avere il #Twesume più accattivante del mondo per essere contattato dall’opportunità della tua vita.

Perché?

  • Perché le aziende italiane non sono ancora così attive sui Social Network come altrove (Cari decision maker, fra un po’ arriverà la vostra data di scadenza a furia di non aggiornarvi, ci vuole #INNOVAZIONE!).
  • Perché ci vuole strategia – oltre ad un pizzico di fortuna – e non basta un tweet per dire di averci provato.

Il periodo non è dei migliori per il lavoro, ma non bisogna perdere la speranza e comprendere che lavorare sul Personal Branding oggi è fondamentale per la propria reputazione e credibilità professionale.

Attenzione però a non superare la sottile linea rossa di confine tra il farsi conoscere ed il risultare un esaltato spammer: c’è chi segue le orme di estremisti di self marketing che poco hanno a che fare con il Personal Branding di cui ci piace parlare.

Attenzione a non scadere nell’eccesso che ci porterebbe ad essere esclusi dai giochi in partenza.

Cercate/offrite lavoro su Twitter? Iniziate sempre dall’hashtag adeguato: #lavoro #job #carriera. Serve per filtrare i tweet e capire chi sta proponendo reali offerte di lavoro.

Altre indicazioni pratiche di come si può trovare lavoro con Twitter le potete leggere qui, nel post scritto insieme ad Anna Martini nella sezione Glamour “Personal Jobber 2.0” del blog Lavorincorsa di Nicoletta Spolini.

Foto | lsjmedia

No Comments

Post A Comment

*