2013? A Social Media Resolution

06 gen 2013? A Social Media Resolution

Mi sono imbattuta in questa presentazione e mi sono accorta che da qualche giorno a questa parte stavo proprio facendo quello che qui ci viene proposto di fare.

Si parla di Resolution per il nuovo anno. Buoni propositi quindi.
Vorremmo mica banalmente fare come tutti soldi, perdere peso e innamorarci come tutto il mondo vuole fare? Nooooo.
Per tutti una super Social Media Resolution (per molti una Revolution, altro che!).

E via di regole, punti da depennare. pronti?

#1 – Diamo una bella ravvivatina ai profili social che abbiamo aperto nel tempo. Aggiornati?
#2 – Integriamo i nostri profili fra loro creando dei ponti.
#3 – Prestiamo maggiore attenzione al linguaggio utilizzato sui social (il nostro prossimo datore di lavoro o committente è lì dietro lo schermo che ci osserva)
#4 – Coinvolgiamo maggiormente le persone con cui siamo connessi – chiacchiere e dialoghi a gogò!
#5 – Verifichiamo che il nostro sito sia navigabile da mobile (tutti navigano da smartphone!)
#6 – Impegnamoci a rispondere (entro tempi ragionevoli) via social e facciamolo con un tono friendly
#7 – Condividiamo, si, ma solo ciò che realmente è necessario condividere e nel luogo adatto (no allo spamming sugli status inappropriati su LinkedIn, per esempio)
#8 – Diamo a chi ci segue un motivo per restare (a aumentare perché no): interessiamoli!
#9 – Aumentiamo l’uso di immagini: attrae l’attenzione e trasmette molto più un’immagine che mille parole

e ultimo, ma non ultimo,

#10 BE MORE OPEN MINDED

Quindi (anche) per il 2013 si tratta di avere una mentalità aperta ed una visione del futuro.

Le regole social qui sopra esposte (prese da  slideshare) possono essere applicate alla nostra presenza e posizionamento personale online (se parliamo di Personal Branding quindi) come anche alla presenza della nostra azienda sul web.

Per non dire che il nostro Personal Branding, in qualità di ambasciatori sul web per l’azienda in cui lavoriamo, è già un passo di consapevolezza importante verso la cura della immagine aziendale, ci avevate mai pensato?

No Comments

Post A Comment

*