Outplacement? Si ma 2.0!

05 ott Outplacement? Si ma 2.0!

outplacement-francesca-parviero-employer-branding

Nella nostra rubrica Personal Jobber sul blog lavorincorsa.it di Glamour, Anna Martini racconta la storia di Patrizia Lazzaretto, una best practice in ambito di outplacement, che oggi deve essere sempre più 2.0.

Riporto un passaggio in cui Anna ci spiega cos’è l’outplacement.

«L’Outplacement, in senso tradizionale, è un servizio che aiuta chi sta perdendo il suo lavoro a trovare una nuova opportunità professionale. Ed è un servizio che di solito offre un’azienda a un suo dipendente che sta per licenziare. Una sorta di buona uscita “in materia”. Il percorso consiste nell’autovalutazione e nella riqualificazione del candidato per condurlo a riaffacciarsi sul mercato del lavoro, dopo aver svolto insieme a lui un “bilancio di competenze”, andando a sviluppare il network e i contatti con le aziende in funzione dei progetti professionali condivisi con il Consulente di carriera.
La diversità, parlando di Outplacement 2.0, sta nell’utilizzo del web come spazio per lavorare sulla propria immagine, sulla propria reputazione per ribaltare quest’ultima parte del percorso e fare in modo che, oltre al cercare, ci si possa anche far trovare!»

e ancora di quanto la pianificazione di azioni sulla rete faccia la differenza

«In un percorso di ricollocazione, come anche in un percorso di consulenza di carriera, mappare, sviluppare e pianificare azioni concrete sul network è indispensabile per costruire il nostro progetto professionale.».

Insomma la rete diventa fondamentale anche nella definizione del proprio nuovo progetto professionale!

 

No Comments

Post A Comment

*